Non è che poi abbia troppa voglia di scrivere

Non è che poi abbia troppa voglia  di scrivere, ma il WE appena passato mi ha dato modo di pensare tanto.
Ho avuto tempo libero e animo sereno, non ho acceso il computer, ho letto tanto e non ho incontrato nessuno in metropolitana per cui perdere la testa. È stato un buon weekend.

Ho letto tutte le vostre mail, anche quelle (poche) alle quali non ho risposto. Ho sorriso, tanto. Anche leggendo quelle (pochissime) piene di insulti. Leggere i messaggi spensierati e lievi di persone sconosciute, ma con un animo affine al tuo, ti riempie i giorni di speranza. Sapere di aver fatto sorridere per un attimo così tanti impiegati, studenti, mamme, bambini, famiglie e sognatori è un’avventura che auguro a tutti, e vale da sola il prezzo di una vita.

Alcuni di voi (tanti) mi hanno chiesto se sono un “fake”, un’agenzia di comunicazione, una campagna teasing o qualcosa del genere.
No, nulla di tutto questo. E poi cosa dovrei vendervi, l’amore? Al massimo sono uno un po’ fesso, ma fessi con la testa tra le nuvole ce ne sono e ce ne saranno sempre vivaddio. Sono quelli che si dimenticano di ciò che hanno vergogna a fare, che ti sorridono in metropolitana, che ti fermano perché persi nelle piccole onde dei tuoi capelli. Quelli che a volte si siedono accanto a te e te ne accorgi, ma li ignori. Troppi dubbi, troppe storie, troppi “chissà chi è”, “non funzionerebbe mai”, “magari è un pazzo”, “magari ha il culo basso”.

Scuse.

Tante scuse che ci diamo, che restiamo lì a costruire, immaginare. Quel giorno in metropolitana anche io mi sono dato scuse. Ho perso troppo tempo a immaginare, e invece di dirle “Ciao, come ti chiami?”, oppure “visto che effetto faccio alle donne???”, l’ho solo pensato. La vita è quella cosa che succede mentre stai fermo a immaginarla. A me ha fatto malissimo, avevo una ferita aperta tra i pensieri, una nota di mancata appartenenza, una strada non presa che continuava a ossessionarmi e che mi ha fatto fare qualcosa di inaspettato. Perché quel sentiero sembrava bello, perché “magari ne vale la pena”, magari “funzionerebbe”, magari “è pazza… come me”.

Lo so, lo so, volete sapere se l’ho trovata.

Mmm… forse non ve lo dico. Scrivo e cancello, ma più ci penso più credo che la cosa migliore sia lasciarvi un po’ sognare, lasciarvi leggeri, liberi di immaginare a modo vostro, di riempire la mia storia con i vostri sogni.

Io ve la regalo per un po’, diciamo fino al prossimo post.

ɭ

Annunci

10 pensieri su “Non è che poi abbia troppa voglia di scrivere

  1. mi chiedo come mai pensiamo tanto, scriviamo tanto, ma parliamo poco…
    siamo sempre più distanti e soli nella realtà, mentre sui social abbiamo 5000 “amici”
    e se ci incontriamo rimaniamo pietrificati
    non sapendo cosa dirci
    che va benissimo ed è comprensibile in caso di colpo di fulmine !!!
    ma quante volte capita???
    aspetto il prox post!

  2. Leggendo il tuo post mi è tornato alla mente il film “la leggenda del pianista sull’oceano” e per la precisione la scena in cui 900 suona un pezzo traendo ispirazione dal volto della ragazza che passeggia sul ponte coi capelli al vento, lui è rapito da lei e suona una musica stupenda, dentro di lui l’abbaglio e lei totalmente ignara di tutto si specchia nell’obló dietro il quale 900 l’ammira perso…

  3. Ciao! resto stupita da quello che racconti, degli insulti ( ma perchè?)e delle domande …se sei un fake…Ma in che mondo viviamo? Uno non può solo essere colpito da qualcuno? Sempre secondo fine ci deve essere? Difatti, vediamo quello che abbiamo a torno!!!
    Ti ho raccontato quello che è successo a me nel lontano 17.01.1972..era nevicato e il treno era in ritardo…facciamo in aprile 40 anni di matrimonio( solo civile!)alla faccia di tutti.
    Dove vi siete conosciuti? Alla stazione di Rogoredo( quella vecchia, molto più romantica)
    Però mi ha chiesto subito come mi chiamavo e come mai prendessi il treno.. eravamo compagni di corso , ma non ci eravamo mai visti, vabbè erano pochi mesi che si frequentava.
    Credo che come età puoi essere nostro figlio, siamo rimasti molto colpiti dal tuo mettere biglietti in giro.Ci hai fatto sorridere e tifiamo per te, ovvio. Hai fatto bene e ti auguriamo di nuovo ogni cosa bella che desideri.Non sei uno costruito, hai fatto quello che sentivi..in bocca al lupo per tutto.

  4. Come ti scrissi già un po’ di tempo fa’ tutti abbiamo bisogno di credere che l’amore esista davvero, un Amore con la A maiuscola, quello per cui te ne freghi di tutto e soprattutto dei giudizi. Tu hai avuto un gran coraggio e sono dell’idea che i coraggiosi prima o poi vengono premiati!!! Chi non si vergogna di amare ha sempre una marcia in più … un abbraccio!!! 😉

  5. Come ti scrissi nella mia prima mail sono davvero orgogliosa che esistano ancora degli uomini che non hanno paura di essere giudicati per i loro sentimenti … d’altronde e’ da secoli che innamorarsi ( ricambiati o meno ) rende liberi … liberi di fantasticare, di sperare e perché no anche di soffrire!!! Giustamente non hai scritto come si sono evolute le cose ma in ogni caso la sensazione che hai provato quella mattina ripaga anche di un eventuale insuccesso!!! … Un abbraccio …

  6. Che bello quello che scrivi!
    Io ti ho scritto due e-mail di supporto e davvero spero che tu riesca a trovarla, anche solo per dirle “guarda che matto che sono e che ho tirato fuori per trovarti!”
    Hai regalato anche a chi ti ha letto qualche sorriso, qualche momento di pazzia positiva (ce ne fossero di più di cose così in giro!!!!), un gesto di romanticismo quasi di altri tempi (seppur aiutato dalle moderne tecnologie), e questo, come dici te, è bello già di per sé!
    Oramai sta diventando una soap opera, che mi auguro possa avere un lieto fine!
    Continua a sognare e continua ad essere così carinamente pazzo!
    Ciao! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...